Quando la luna della foresta
dipinge il fiume e la montagna
e un altro inverno senza dolore
posa le ali sulla tua terra.
Stai giÓ sognando lunghe stagioni
e mele acerbe da regalare
a chi ti aspetta senza parlare
nel tuo castello di roccia scura.
.........................................
Dopo l'inverno la primavera
sveglia le cose con la sua pioggia,
mentre i tuoi occhi, chiusi nel sonno,
stanno aspettando il suo richiamo.
Dio delle foglie, Dio della valle,
lui ti ringrazia per questo sonno.
Fa che il destino non sia crudele
per un tuo figlio sempre fedele.