Le tue mani su di me, Ŕ difficile chiamarti amore,
quando basta aprire la finestra per capire un'altra veritÓ.
Le tue mani su di me, Ŕ difficile chiamarti amore,
quando il mondo sta vivendo,
sul tuo corpo innamorato, la sua vanitÓ.
Una foglia stupida cade a caso sull'asfalto e se ne va,
una fabbrica occupata sulle nuvole
e un fucile che rimpiange Waterloo.
Un bambino che domanda come Ŕ nato
si risponde sorridendo che lo sa.
Il bicchiere di cristallo sta cadendo,
non amarmi, non amarti non ti riuscirÓ.
Le tue mani su di me, Ŕ difficile chiamarmi amore,
quando basta aprire la finestra per capire un'altra veritÓ.
Le tue mani su di me, Ŕ difficile chiamarti amore,
quando il mondo sta vivendo,
sul tuo corpo innamorato, la sua vanitÓ.
Una foglia stupida cade a caso sull'asfalto e se ne va,
una fabbrica occupata sulle nuvole
e un fucile che rimpiange Waterloo.
Un bambino che domanda come Ŕ nato
si risponde sorridendo che lo sa.
Il bicchiere di cristallo sta cadendo,
non amarmi, non amarti non ti riuscirÓ.